Un amore di Primo Levi

Vanda Maestro verrà mandata a morire nelle camere a gas  durante la grande selezione dell’ottobre 1944. Levi, che l’aveva probabilmente amata in silenzio, dedicherà a lei alcuni dei suoi più struggenti versi:

25 febbraio 1944

 Vorrei poter credere qualcosa oltre,

oltre che morte ti ha disfatta.

Vorrei poter dire la forza

con cui desiderammo allora,

noi già sommersi,

di potere ancora una volta insieme

camminare liberi sotto il sole.

 (9 gennaio 1946)

Primo Levi
Ad ora incerta
Garzanti, Milano 1990

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...