Enrico stai sereno

Stefano Cappellini

Lite Renzi-Letta, l’inutile dileggio del predecessore non porta “avanti”

la Repubblica, 13 luglio 2017

 

CANCELLARE il passato non è mai possibile né è bene edulcorarlo, ma

un libro che ha per titolo “Avanti”, come quello di Matteo Renzi, avrebbe

forse potuto risparmiare sui flashback. Soprattutto se la rievocazione

del passato non serve ad armare la critica, sempre legittima, bensì a

scivolare nel dileggio. Renzi scrittore ha ritenuto invece necessario,

nell’ordine: definire l’esecutivo Letta come “immobile”; deplorare che,

sostituito da Renzi medesimo a Palazzo Chigi, Letta abbia “messo il

broncio”; chiosare che il broncio è una furbata, “perché in Italia le

carriere si costruiscono sul vittimismo”; non ultimo, ricordare che

alle primarie Pd del 2007 “Letta aveva solo l’11%, meno di Civati”

(e alle elezioni del consiglio d’istituto, quanto?). In compenso, Renzi tiene

a precisare che il famigerato “Enrico, stai sereno” era sincero.

Evidentemente, se all’epoca si sentiva di rassicurare il compagno

di partito, era solo perché non aveva ancora compreso quanto

disastroso fosse il governo Letta. C’è, in questa furia con la quale

Renzi spesso sbriga le controversie interne, una costanza degna

di miglior causa. Letta non è certo un fan dell’ex sindaco di

Firenze, eppure si è segnalato in questi anni per la misura dei suoi

interventi. Non è stato ricambiato. Talvolta viene da pensare che a Renzi,

più che le alleanze, stiano in uggia le relazioni. Ma, per un leader di

partito, non è un problema di galateo. È un problema politico.

 

 
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...