Le divergenze parallele

Le elezioni del 4 marzo 2018 si sono svolte nel segno delle divergenze. Fra il vecchio e il nuovo. Il popolo e l’establishment. Lega e M5s sono le due forze politiche uscite vincenti. Due soggetti e due identità divergenti che però viaggiano e muovono nella stessa direzione perché ‘divergono’ da nemici comuni. Non solo e non più la casta ma l’establishment politico, istituzionale, economico, finanziario. A loro basta distinguersi, distanziarsi, anzi: dissociarsi da tutti gli altri. Per questo è sufficiente un contratto che non delinei un sistema di valori, ma solo un accordo su temi e obiettivi specifici sui quali convergere, anzi divergere rispetto a ‘tutti gli altri’. Entrambi coesi nello sfidare la democrazia rappresentativa in nome della democrazia diretta. Anzi: immediata. (presentazione editoriale)

Ezio Mauro, Il caso Siri e il governo delle due Italie
La Repubblica, 9 maggio 2019

[…] Si annuncia dunque una fase di scintille governative in cui avremo due partiti che parlano a due diverse Italie con due leader separati in casa e con due programmi divaricati, che si confrontano e si compensano a spintoni, in una logica di conflitto sospeso permanente, senza mai fondersi in una visione di governo maturata insieme. È il frutto del contratto, meccanismo artificiale eimpolitico che non armonizza due letture diverse del mondo, ma le compone in un protocollo che non si trasforma mai in un’interpretazione comune del Paese, delle sue potenzialità e del suo futuro.
Questa divaricazione viene governata non da una cultura politica comune o da un sistema di valori condivisi, ma semplicemente da un interesse convergente: sommare i due populismi per tenerli vicendevolmente a bada, senza lasciare a uno dei due il libero pascolo dell’opposizione, dare una spallata al sistema, delegittimare tutta intera la vicenda repubblicana, attaccare il meccanismo istituzionale, e infine e soprattutto forzare il sistema. […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...