Zingaretti, il momento della prova

La guerra è il luogo del caso… Esso moltiplica l’incertezza di tutte le circostanze e disturba il corso degli avvenimenti… Per superare con successo questo scontro continuo con l’inatteso, sono indispensabili due qualità:[intelligenza e coraggio] La prima qualità è plasticamente descritta nell’espressione francese coup d’oeil, la seconda è la risolutezza.
La risolutezza [ courage d’esprit, “sentire”] nasce soltanto dall’atto dell’intelligenza che porta alla coscienza la necessità dell’osare e determina con esso la volontà. (Carl von Clausewitz)

Federico Geremicca, Zingaretti, il difficile comincia ora, La Stampa, 11 giugno 2019

Quel che si osserva oggi, infatti, è la crisi evolutiva di un inedito tripolarismo che rimanda ad una foto sufficientemente chiara: un vaso di ferro tra due vasi di coccio. È possibile, insomma, che si torni lentamente al classico duello destra-sinistra: il punto, però, non è evocarlo ma esser pronti quando quella sfida ricomincerà.
Ed è su questo terreno che Nicola Zingaretti dovrà giocare la sua partita, sapendo – peraltro – che il tempo a disposizione potrebbe non esser molto. Cosa intende per «nuovo centrosinistra»? A quali forze – reali, in campo – pensa il leader Pd? E come confrontarsi con Renzi e Calenda, entrambi diversamente alla ricerca di spazio e nuovi orizzonti? Nessuna di queste risposte è semplice: ma è tempo di cominciare a dare qualche risposta.
Poi resta, ovviamente, la parte programmatico-evocativa. Temi e suggestioni nuove, con volti capaci di farli camminare tra la gente. Zingaretti ieri ha annunciato un Piano per l’Italia: rivoluzione verde, meno tasse sul lavoro, più fondi per università, scuola e ricerca. Niente di nuovo. E la tenaglia immigrazione-sicurezza? E le diseguaglianze, le periferie così evocate e la lotta alle povertà? Silenzio, almeno per ora, come se la dura lezione elettorale di un anno fa fosse stata già dimenticata.

 

°°°

Sempre oggi, sul Foglio, Giuliano da Empoli cita un’altra frase di Clausewitz: ” Ci sono situazioni nelle quali la più grande prudenza coincide solo con la più grande arditezza”. Non sono riuscito a trovarne traccia altrove. (gc)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: